Furore SAM ai CSI di Locarno

Giornata campale per le squadre giovanili SAM ai Campionati svizzeri interclub di Locarno.
Uno, due, tre, bang. Oro, argento e bronzo.
La durissima, lunghissima ed estenutante giornata di competizioni a squadre dei CSI ha nuovamente riproposto, dopo i CT di staffetta del week end scorso, una SAM Massagno competitiva e agguerrita.

I maschietti del frizzante team U14 hanno raggiunto il massimo alloro spadroneggiando nelle sette discipline in programma: 60, 1000, ALTO, LUNGO Z, PESO3.00, GIAVELLOTTO400, 5XLIBERO.
Primi, precedendo AS Monteceneri e Usa Ascona, Bernaschina, De Biaso, Patocchi, Senn, Trezzini, Vignutelli, hanno portato il primo acuto della giornata, facendo gioire i loro monitori e la SAM intera.

Sul secondo gradino del podio sono salite le cinque tigri del team W16, Bottini, Broggini, Fratoni, Mazzuchelli e Pozzi. La Virtus Locarno, vincitrice di categoria, le ha tenute a distanza grazie a soli 20 punti sui 4126 totali e sette discipline: 80, 1000, ALTO, LUNGO, PESO3.00, GIAVELLOTTO400, 5X80 . Un’inezia. Bravissime. Calcolando la giovane età delle nostre atlete, la maggior parte di loro al primo anno di categoria, il futuro è roseo a tinte verdi/blu.

A concludere il pacchetto medaglie SAM ci hanno pensato i maschietti del team U18: Ammirati, Barta D., Barta O., Galante, Gatti, Emma, Kick, Nicita, Tröhler. 100, 400, 1500, 110H91.4, ALTO, LUNGO, PESO5.00, GIAVELLOTTO700, 4X100. Queste nove fatiche, per alcuni anche inedite e/o con pesi e misure superiori alla oro categoria, hanno temprato lo spirito di squadra dei nostri atleti. Spirito di squadra che li ha trascinati all’ottimo bronzo e a ottimi risultati individuali.

Stoiche e mai dome anche le atlete squadra W14. Giunte ottave hanno pagato forse lo scotto della giovane età e una certa mancanza di esperienza. Bravissime.

L’atletica è uno sport individuale.
Queste competizioni ci forniscono un insegnamento importante: fra le motivazioni che spingono l’atleta a gareggiare e cercare di raggiungere i propri limiti deve esserci ben salda anche la spinta fornita dall’onore di portare i colori societari e dall’amicizia che ci lega con i compagni di allenamento.